L’importanza dell’educazione della prima infanzia

I nuovi genitori di solito sono troppo sopraffatti anche solo per pensarci, ma l’educazione del loro bambino inizia nella culla. Mentre siamo affascinati dai piccoli suoni che fa un bambino e poi il primo sorriso e le prime parole, in quel piccolo cervello succedono più cose di quanto sembri. Il suo proprietario assorbe tutto ciò che riguarda i suoi genitori, dall’odore alla loro voce e al dolce calore delle loro braccia amorevoli quando vengono coccolati o allattati.

Nei primi mesi di vita il cervello è in grado di assorbire molto più di quanto pensiamo. Nei luoghi in cui i predatori erano prominenti è noto che i bambini erano in grado di arrampicarsi sugli alberi a soli sei mesi. Inoltre, sono diventati consapevoli del pericolo attraverso gli atteggiamenti e le azioni dei genitori.

Lo stesso continua solo che non ne siamo consapevoli. I bambini nati oggi non sono incoraggiati a essere più di quello che sembrano, cioè un individuo dipendente impotente. Ma guarda cosa possono fare e poi decidi cosa potrebbero fare se gli fosse data un’opportunità.

Recentemente una madre sorda ha parlato di suo figlio che ha imparato il linguaggio della mano. La sua firma è stata rapidamente appresa e in breve tempo il bambino ha firmato di nuovo. Questa è una chiara indicazione dell’intelletto che viene sostanzialmente ignorato prima che un bambino impari a parlare. Ma cosa succederebbe se a quel bambino fosse stato insegnato in un modo diverso.

Quando i miei figli avevano circa due o tre anni, la capacità che mostravano di voler imparare era sbalorditiva per me. I fatti, tuttavia, erano che a quel tempo la gente non sapeva né apprezzava che si potesse insegnare ai bambini di quell’età. Sebbene sia stato fatto molto per aiutarli nell’ambito delle mie capacità, è motivo di rammarico il fatto che oggi non abbiano avuto le opportunità dei bambini.

Mia figlia ha insegnato al suo giovane figlio a riconoscere le cose attraverso un libro illustrato molto prima che avesse due anni. Poteva spiegare cosa fossero le montagne o cosa fosse un esempio, e tutto intorno alla casa poteva essere nominato e fornito spiegazioni. Questi sono solo alcuni suggerimenti della sua partecipazione. Nel mondo di oggi sono in grado di andare all’asilo in quel momento e partecipare alle lezioni.

Non c’è niente di sbagliato nell’apprendimento della prima infanzia e in tutto ciò che può essere guadagnato da coloro che hanno la fortuna di avere genitori disposti a impegnarsi in esso. Ogni bambino ha le stesse capacità e aprendo precocemente i canali del cervello avrà più abilità e tecniche di apprendimento per vederlo attraverso la vita e intraprendere una buona carriera.

Norma Holt ha una conoscenza che le consente di comprendere molte questioni. I problemi politici, sociali e comportamentali sono solitamente sulla sua lista di discussione e la profondità della sua ricerca stupirà.